What to do in Siena? News.

Back

San Galgano e la Spada nella Roccia

LA STORIA CHE INCONTRA LA LEGGENDA

È inutile girarci intorno, la Toscana è un gioiellino italiano su tutti i fronti, praticamente non le manca nulla: trovi la storia, così come l’arte, la gastronomia, il mare e la montagna. il suo fascino attrae turisti provenienti da tutto il mondo e chi la vede per la prima volta se ne innamora perdutamente.

Oggi vogliamo portarvi in un luogo dove la storia e la leggenda si incontrano...un luogo magico che resta ancora fuori dalle classiche rotte turistiche.

Non serve andare molto lontano per avere la sensazione di trovarsi catapultati nella leggenda di Excalibur e di Re Artù. A soli 30 chilometri da Siena nel comune di Chiusdino nella Val di Merse, si trova la meravigliosa Abbazia di San Galgano, un grandiosa abbazia cistercense in stile gotico risalente al XIII secolo.

A pochi passi dall’abbazia, si trova la Rotonda di Montesiepi dove ancora oggi è conservata la famosa Spada nella Roccia. Secondo la leggenda, il cavaliere Galgano Guidotti, vi trafisse la spada in segno del suo pentimento per aver condotto una vita nobile, fatta di tentazioni, piaceri e divertimenti sfrenati.

Infatti, San Galgano, sin da fanciullo era destinato alla figura di un cavaliere di guerra. Ma qualcosa di divino lo fece convertire ad una vita di preghiere e meditazione. La storia narra di ben due apparizioni in sogno dell’Arcangelo San Michele che lo condusse a ritirarsi da eremita proprio sull’Eremo di Montesiepi nel 1181, dove ci rimase fino alla morte.

Al contrario di come si possa pensare l’Abbazia fu costruita molto dopo la Cappella, esattamente nel 1218 per volontà del Vescovo Ildebrando Pannocchieschi, che a sua volta incaricò i monaci di costruire un vero e proprio monastero dedicato al santo.

Dopo un periodo di fioritura per l’Abbazia ne segue uno di forte crisi che costringe i monaci ad abbandonare il posto mandandolo in decadenza. A partire dal 1503 il monastero venne affidato agli abati commendatari che fecero rimuovere completamente il tetto di piombo per venderlo.

Nel 1786 un fulmine colpì il campanile, distruggendolo.

Ad oggi sono stati fatti vari restauri alla struttura per beneficiare l’entrata dei visitatori. Dunque se soggiornate al nostro Borgo Grondaie o siete nei paraggi, non perdete assolutamente l’occasione di raggiungere questo incantevole luogo.

Ricordiamo infine che l’entrata è a pagamento, il prezzo del ticket è di 4 euro. Ridotto per i giovani tra i 6 e 18, per gli over 65, per i gruppi di almeno 20 persone, le famiglie con almeno 4 persone e gli studenti universitari. I bambini con meno di 6 anni entrano gratis.  

L'ingresso alla Rotonda di Montesiepi per vedere la Spada nella Roccia è invece gratuito. Si possono acquistare i prodotti biologici dell'Azienda Agricola di San Galgano nel piccolo negozio all'ingresso della cappella. 

 

 

San Galgano e la Spada nella Roccia